90mila kWh da un vortice d’acqua

6
1866

Schöftland, Svizzera. Lo scorso ottobre 2010 è stata inaugurata in Svizzera una nuova Gravitational vortex power plant, una centrale idroelettrica che produce elettricità sfruttando la rotazione di un singolo vortice d’acqua. Nonostante sia il famoso Bertrand Piccard (presidente della Soalr Impulse, impresa costruttrice del primo aereo a propulsione solare, ndr) ad aver costruito la centrale svizzera, la patente dell’invenzione è dell’austriaco Franz Zotloeterer, che costruì la prima GWVPP (Gravitational water vortex power plant) nel 2006, in Austria.

“È una pietra miliare nello sviluppo della tecnologia idrodinamica – ha detto F. Zotloeterer – in passato c’era bisogno di energia per aerare l’acqua, ora abbiamo creato un processo di aerazione dell’acqua che produce energia elettrica. In un anno, il primo prototipo della centrale ha prodotto 50mila kWh, l’energia necessaria per soddisfare l’intero fabbisogno energetico di almeno quattordici case in Austria”

Il principio di funzionamento della centrale è semplice: una turbina trasforma l’energia meccanica prodotta da un vortice d’acqua in energia elettrica. Questi sono i dati tecnici della prima centrale costruita da Zotloeterer a Obergrafendorf, Austria:

  •  Presently used falling height: 1,4m
  • Presently used flow rate: 0,83m³/s
  • Diameter of the rotation tank: 5,5m
  • Hydraulical power: 11,4kW
  • Elektrical power: 7,5kW
  • Effectiveness of the turbine 80% at 3/3, 83% at 2/3 and 64% at 1/3 of the maximum flow rate
  • Effectiveness of the gear: 91%
  • Effectiveness of the generator: 90% 
  • Turbine speed: 33rpm
  • Investment minus financial support around: 40.000€
  • Joyful working capacity of 50.000kWh in the first year of operating – since February 2006 the actually total production of electricity is over 217.000kWh (dato riferito a Gennaio 2011)

Il vicino di casa elvetico, Bertrand Piccard, grazie alla nuova centrale operativa in Svizzera dall’Ottobre 2010, prevede di produrre oltre 90mila kWh in un anno. “Il bacino del progetto pilota è largo circa 6 metri e mezzo e profondo un metro e mezzo – ha detto Bertrand Piccard – dipendendo dal quantitativo d’acqua, può produrre tra i dieci e quindici kilowatt d’energia, il sufficiente per soddisfare il fabbisogno circa venti/venticinque case in Svizzera. Grazie a questa nuova centrale potremo produrre energia in maniera più pulita e sostenibile”.

Ad oggi, 25 Paesi in tutto il mondo hanno dimostrato interesse a costruire centrali di questo tipo. Oltre alla costruzione di centrali di grandi dimensioni, visitate la pagina web dell’impresa di Franz Zotloeterer e scoprirete che la tecnologia è applicabile anche su piccola scala, in centrali che assicurano una produzione di circa 150kW.

Nel 2007 e nel 2010 il GWVPP ha vinto l’Energy Globe Award, nel 2008 è entrato nella classifica mondiale dei 100 migliori tecnologie per produrre energia pulita e nel 2011 ha vinto in Svizzera il premio Watt d’Or Award, come migliore invenzione in campo energetico.

Matteo Vitiello

Leggi anche:

Sony lancia la Realtà Aumentata

Pannelli solari addio

Le tecnologie ad energia libera

Computer quantistici: Universo in Qubit

6 COMMENTS

  1. Pirolizzatori per i rifiuti: la soluzione che non piace perché troppo efficiente! | bueno buono good

    […] 90mila kWh da un vortice d’acqua […]

LEAVE A REPLY