Bilderberg: potere e corruzione

20
3311

Questo è un articolo del 2011. Tutti gli aggiornamenti li trovi in questi articoli:

Massoni italiani, l’elenco completo degli affiliati alle logge, regione per regione
Lista partecipanti Bilderberg 2013. Ma sapevate chi c’è dietro a questa gente?
Bilderberg 2013. L’agenda dei potenti presentata a Barcellona da D. Estulin
Skull & Bones, Bilderberg, Mario Draghi e i piani per trasformare l’Italia in una S.p.a.
Gruppo Bilderberg. Nomi e cognomi di tutti i partecipanti italiani dal 1954 al 2013

Bilderberg. È l’incontro segreto dei potenti del mondo occidentale. Questo 2011 si svolge nelle stanze del lussuoso

Hotel Das Suvretta House a St.Moritz, in Svizzera, dal 9 al 12 Giugno. Banchieri, politici, capi di stato, amministratori di multinazionali, direttori delle grandi compagnie di trasporti e dell’energia, proprietari dei principali mezzi di comunicazione, si riuniscono quattro giorni in gran segreto, con l’obiettivo di decidere le sorti politiche, economiche e finanziarie dell’Europa, dell’America e le azioni da intraprendere con il resto del mondo.

Nonostante nel corso di ogni edizione del misterioso meeting, siano sempre stati banditi i mezzi di comunicazione, per evitare la copertura mediatica dell’evento e la conseguente diffusione d’informazioni, immagini e video, alcuni reporter storici come Jim Tucker stanno comunicando in diretta da St.Moritz, per informare l’opinione pubblica su cosa stia avvenendo attorno all’hotel svizzero, in cui sono riuniti i rappresentanti di quella che è considerata la più famosa società segreta contemporanea: il gruppo Bilderberg (cliccando qui potrete sfogliare lo scarno, quanto auto-censurato, sito ufficiale del gruppo).

La riunione Bilderberg (secondo alcuni prende il nome dal primo incontro svoltosi nel 1954 nell’omonimo hotel olandese, l’Hotel Bilderberg di Oosterbeek, invece il nome è stato scelto dal principe olandese Bernardo de Lippe-Biesterfeld, fondatore del Club Bilderberg, in onore alla Farben Bilder, una filiale del gruppo di intelligence della Germania nazi, della cui giunta formava parte lo stesso principe Bernardo, che a quel tempo era ufficiale delle Reiter SS Corp, ndr) è un conclave che riunisce, oggi anno, l’élite economica, politica e militare del mondo occidentale, per discutere, a porte rigorosamente chiuse, la situazione globale mondiale del momento e le politiche da promuovere nelle sedi internazionali ufficiali, quali l’Unione Europea, il Fondo Monetario Internazionale, la NATO, il G8, il G20 e così via.

La Bilderberg non è una riunione legalmente accettabile. Perché? Il motivo è chiaro: politici e capi di Stato dovrebbero sempre render conto di tutte le riunioni che fanno ai propri cittadini, consentendo ai mass-media di seguire l’evento e fare domande a riguardo. Capi di Stato e politici sono i nostri rappresentanti e dovrebbero rendere partecipi tutti dell’agenda dettagliata dell’incontro Bilderberg e delle decisioni che si prenderanno in merito ai piccoli ed ai grandi problemi che ci coinvolgono tutti.

Invece non è così, il gruppo Bilderberg è un incontro riservato e le decisioni che prende l’élite sono le decisioni a cui noi tutti cittadini dovremo, semplicemente, conformarci.

“I media sono il quarto potere in una democrazia, dovrebbero avere la responsabilità di occuparsi di eventi come la riunione segreta Bilderberg – ha detto Andrew Müller , attivista del movimento We Are Change – se i direttori dei mass-media si riuniscono in segreto con i nostri politici, allora la democrazia è in pericolo”.

Grazie ai colleghi che da questa mattina si trovano nei pressi dell’hotel Suvretta, sappiamo che quest’anno si sono mobilitati molti più mezzi di comunicazione del solito, per cercare di indagare lo svolgimento del meeting; “abbiamo messo pressione ai media, abbiamo chiesto: perché non ne state dando notizia? Ed alla fine si sono mossi – ha detto Manfred Petrisch, blogger svizzero in diretta oggi da St. Moritz (cliccate sul link per seguire la copertura di Petrisch in diretta dall’Hotes Das Suvretta) – naturalmente, parte di quello che scriveranno saranno cose banali, tipo è solo un meeting e stanno bevendo una tazza di tè. Ma per favore, là dentro ci sono i dirigenti delle compagnie globali, i capi di stato, i commissari dell’UE, i leader della NATO, gli amministratori delle banche, persone con l’agenda fitta di impegni”. 

Il fatto che quest’anno è stata permessa la presenza di più mass-media attorno all’albergo dove si sta svolgendo la riunione del gruppo Bilderberge e che ci si sia potuti avvicinare qualche metro di più alle porte della sede della riunione, non basta, è solo uno specchio per le allodole ed una debole consolazione: il gruppo Bilderberg continua a non rispettare, come sempre, il diritto d’informazione del cittadino e la necessità di rendere pubblici i contenuti che si discuteranno durante l’incontro.

L’agenda Bilderberg proseguirà come previsto e tutti noi potremo solo restare a guardare, come sempre, gli effetti delle decisioni dei potenti.

Per i più curiosi, ecco alcuni dei partecipanti italiani che hanno preso parte agli incontri Bilderberg degli scorsi anni: Franco Bernabè, John Elkann, Mario Monti, Tommaso Padoa Schioppa, Paolo Scaroni, Giulio Tremonti, Gianni Agnelli, Umberto Agnelli, Alfredo Ambrosetti, Emma Bonino, Giampiero Cantoni, Lucio Caracciolo, Luigi G. Cavalchini, Adriana Ceretelli, Innocenzo Cipolletta, Gian C. Cittadini Cesi, Rodolfo De Benedetti, Ferruccio De Bortoli, Paolo Zannoni, Antonio Vittorino, Ignazio Visco, Walter Veltroni, Marco Tronchetti Provera, Ugo Stille, Barbara Spinelli, Domenico Siniscalco, Stefano Silvestri, Renato Ruggiero, Carlo Rossella, Virginio Rognoni, Sergio Romano, Gianni Riotta, Alessandro Profumo, Romano Prodi, Corrado Passera, Mario Monti, Cesare Merlini, Rainer S. Masera, Claudio Martelli, Giorgio La Malfa, Francesco Giavazzi, Gabriele Galateri, Paolo Fresco, John Elkann, Mario Draghi, Gianni De Michelis.

Una cosa riguardo la misteriosa riunione è chiara: le decisioni che, anno dopo anno, sono state prese dai partecipanti del Bilderberg, non sono mai state buone. Non sono mai state fatte scelte rivolte al miglioramento delle condizioni di disuguaglianza economica, povertà, fame e guerra che affliggono il mondo, bensì si è sempre scelta la via opportunistica, decidendo come agire solo in base ad un interesse politico ed economico rivolto al mantenimento dello status di “potenti” dei partecipanti al famoso conclave, a danno del resto dei cittadini europei e di tutto il mondo.

Se dal 1954, anno della prima riunione Bilderberg, si fossero prese buone decisioni, oggi il mondo non soffrirebbe la fame e non ci sarebbe nessuna crisi finanziaria da affrontare. Un esempio: si possono costruire serre in Africa per sfamare tutta la popolazione e costruire impianti di irrigazione per rendere fertili i terreni più aridi. Questo solo per parlare dell’Africa.

Per quanto riguarda l’Europa: la crisi finanziaria non avrebbe avuto ragione d’esistere, perché se l’interesse fosse stato quello di costruire l’Unione Europea per il benessere collettivo di tutti i cittadini europei, oggi tutti godremmo di una buona salute finanziaria. Invece, l’UE è stata creata solo per rendere più facile l’illecito economico dei potenti dei vari Paesi europei.

Un’altra decisione che avrebbero potuto prendere i potenti di Bilderberg nel corso degli anni? Implementare su larga scala l’utilizzo delle energie alternative e diffondere a livello globale l’utilizzo delle tecnologie ad energia libera, ad esempio.

Se fossero state prese decisioni sagge e rivolte allo sviluppo di uno stato di benessere collettivo mondiale, il mondo, certo, sarebbe un luogo decisamente migliore oggi: la gente starebbe meglio e non ci sarebbe bisogno di rinchiudersi in un hotel svizzero per decidere in segretezza come ingannare i cittadini, cosa raccontare, cosa fare con la guerra e la pace, la ricchezza e la povertà, la vita e la morte di milioni di persone.

Il gruppo Bilderberg sta portando avanti la propria agenda 2011 proprio in queste ore a St. Moritz. Tutti quanti noi siamo tagliati fuori, non abbiamo voce in capitolo, possiamo solo restare ad aspettare le conseguenze che le decisioni prese dai potenti avranno sulle nostre vite.

Matteo Vitiello


______________________________________________________________________________________

10 giugno: AGGIORNAMENTO LISTA PARTECIPANTI

Grazie ai colleghi reporter di INFOWARS.COM presenti a St.Moritz è stato possibile aggiornare la lista dei partecipanti al Bildeberg 2011, questa la lista:

  • Anders Rasmussen – current Secretary General of NATO
  • Angela Merkel – German Chancellor
  • José Luis Zapatero – Spanish Prime Minister
  • Bill Gates – Former Microsoft CEO, Head of the Gates Foundation
  • Robert Gates – Serving US Secretary of Defense
  • Miloslav Ransdorf – Partito Comunista di Bohemia e Moravia e membro del Parlamento Europeo

____________________________________________

Vi segnalo questi siti che offrono copertura mediatica del Bilderberg 2011 in corso a St. Moritz:

Alles Shall und Rauch

Prison Planet.com

Bilderberg Transparency.org

Bilderberg 2011

_________________________________________________________________

Questo è il documentario dell’indagine storica svolta nel 2001 da Jim Tucker sul Gruppo Bildeberg:

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=GPW0M3WruEY[/tube]

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=AgDyfGTF7qo[/tube]

______________________________________________________

Intervista al membro del Consiglio Nazionale Svizzero LUKAS REIMANN (10 Giugno 2011)

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=8iSSrCTFmUc[/tube]

___________________________________________________________

Polizia e sicurezza fuori dall’Hotel Das Suvretta House (9 Giugno)

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=OnnnbCeuMF4[/tube]

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=SsE__sZk8bI[/tube]

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=4TaatBfKKB8[/tube]

_____________________________________________

INFINE… MARIO BORGHEZIO

Clicca qua per leggere l’articolo pubblicato dal giornale svizzero Tages Anzeiger sul tentativo di Mario Borghezio di entrare al Bilderberg 2011 senza invito. 

Video: il politico svizzero Lukas Reimann intervistato sull’attacco contro Mario Borghezio

[tube]http://www.youtube.com/watch?v=_h7Kcs0ceAo[/tube]

 

20 COMMENTS

  1. Le persone che hanno cariche pubbliche devono agire SEMPRE in modo trasparente! questa sembra una consorteria di affaristi pronta a spartirsi le risorse del pianeta!

  2. Il club ha iniziato a riunirsi dopo la scomparsa di Sstalin, due esse perché manovrò il nazismo!!! Assurdo? In Estate 2010 il malgoverno organizzato italiano ha avuto un’accelerazione autoritaria di stampo nazistoide!! Nelle tv del tele ducetto che ha citato diari fasulli ad personam di Mussolini, trasmettevano pubblicità di dispense del Terzo Reich con tanto di modellini dei panzer e i nomadi, gli omosessuali e i comunisti erano nella lista dei deportati ai lager, per non dire dei gazebo uno in ogni comune con ricerca di profilo di cattolicesimo fanatico!! Poi ha preso la scena Kossiga, che ha un profilo nazistoide elaboratissimo ma i metodi già erano stati registrati stalinisti!!! Poi è bastato fare una ricerca con Cossiga e Stalin e Cossiga e Berlusconi. Gelli era gerarca nazista addirittura in contatto con Goering ma infine tradì il Terzo Reich per riparare nella Sardegna dell’ex emerito. E che razza di nome cristano sarebbe “gladiatori”? I gladiatori erano schiavi condannati a ammazzarsi per il divertimento politeista con antipasto di massacro di cristiani. Kissinger, poi, sarebbe un ebreo perseguitato dai nazisti ma il suo nome ha origine comune con Kiesinger, cancelliere tedesco e democristiano, con apparenze nazistoidi, come Kossiga, che però, in un lampo, si accordava con l’Est. Poi c’è il patto Molotov-Von Ribbentrop e Katyn. Kossiga addirittura aveva un piano alabarda con cui offriva preventivamente Trieste all’URSS nel caso avessero invaso la Yugoslavia!! Kossiga consigliava Berlusconi di non curarsi troppo delle sue amichette, paragonandolo ai Kennedy!! Berlinguer strappò con l’URSS e subì un incidente in Bulgaria, mentre Moro fu additato dal solito Kissinger come comunista!! E subì la linea della fermezza di Kossiga, che però faceva espatriare terroristi assassini. Lo mettevano sotto accusa ma l’ex emerito controllava tutto lui e l’anno seguente divenne il più giovane presidente del consiglio di sempre, come sempre. Coi suoi dossier distrusse la Dc dall’interno e dopo caduta del muro di Berlino, ci fu cambio di strategia e venne Berlusconi, che sbraitava contro i comunisti, però aveva fatto affari in URSS, il cabarettista adatto allo stadio farsesco, da Marx, che vedeva la storia ripetersi prima come tragedia e poi come farsa, a Sstalin che, invece, dalla farsa passava alla tragedia. [http://liberazioneuniversale.wordpress.com/]
    Conoscenza è Liberazione
    universale
    CèL

  3. Se Walter Veltroni, Emma Bonino e Romano Prodi vi hanno preso parte, perché non hanno mai parlato dei contenuti di quelle riunioni, da buoni democratici che operano all’insegna della trasparenza?

  4. Quando il “Club” necessita di maggior riservatezza, si dà appuntamento in luoghi meno visibili dei palazzi delle grandi capitali, e in questo caso prende il nome di Gruppo Bilderberg, dal nome dell’hotel olandese che ne ospitò il primo meeting nel 1954. I fatti principali di questa organizzazione: si tratta in gran parte degli stessi personaggi di cui sopra più molti altri a rotazione, ma con una cruciale differenza poiché a questo Gruppo hanno accesso anche politici o monarchi attualmente in carica, mentre nella Commissione Trilaterale sono di regola ex. Parliamo in ogni caso sempre della stessa stirpe, al punto che fu una costola del Bilderberg a fondare nel 1973 la Commissione Trilaterale. Il Gruppo è però assai più ‘carbonaro’ della Trilaterale, e questo perché la sua originaria specializzazione erano gli affari militari e strategici. Infatti, in esso sono militati diversi segretari generali della NATO e non si prodiga facilmente nel lavoro di lobbistica come invece fa la Commissione. La peculiarità dirompente del Bilderberg è che al suo interno i potenti possono, come dire, levarsi le divise ed essere in libertà, cioè dichiarare ciò che veramente pensano o vorrebbero privi del tutto degli obblighi istituzionali e di ruolo. Precisamente in questo sta il pericolo di ciò che viene discusso nel Gruppo, poiché in esso i desideri più intimi del Potere non trovano neppure quello straccio di freno che l’istituzionalità impone. Da qui la tradizione di mantenere attorno al Bilderberg un alone di segretezza assoluto. I partecipanti sono i soliti noti, fra cui una schiera di italiani in posizioni chiave nell’economia nazionale, cultura e politica. Non li elenco perché non esistendo liste ufficiali si va incontro solo a una ridda di smentite (una lista si trova comunque su Wikipedia).

  5. Certo abbiamo fatto passi da gigante rispetto al passato per il riconoscimento del potere al popolo, ma l’ Elite è sempre l’ Elite…è la forza economica quella che domina…guarda un pò che scoperta…!!!!

  6. BERLUSCONI FA MALE A NON PARLARE AL POPOLO ITALIANO DEL GRUPPO BILDERBERG E CITARE I NOMI DEI POLTICI CHE VI HANNO FATTO PARTE ….PER ESEMPIO I COMUNISTI PREMIER VELTRONI E PRODI !!!! forse è per questo motivo che alla ue andavano sempre bene le manovre fiscali ??’ Bravi !!!

  7. La devono finire queste persone ricche e potenti di giocare con la nostra vita !!!
    Loro fanno la vita da Nababbi !
    A noi ci lasciano sopravvivere con mille euro al mese !!
    Nei paesi poveri muoino di fame !!!
    “E’ un comportamento disumano, incivile e non DEMOCRATICO !!!! “

  8. Democrazia , giustiza , uguaglianza , pace !!!
    E’ il sogno di ogni poplo di questo mondo !!
    Ma la chiave di questa porta magica é in possesso dei potenti !!!!

    • la chiave ERA in loro possesso, una chiave matematica discendente dalla notte della scrittura e da allora secretata che ha generato sotterranei brulicanti di guardiani.
      la scrittura nacque per esigenze matematiche e i faraoni erano una casta che nascondeva le loro conoscenze e sui cui si basava la differenza tra loro e i loro schiavi.
      Mosè liberò il popolo ebreo dalla schiavitù ma quelle conoscenze le mantennero segrete ed erano custodite da religiosi e un’equazione di stato, matematica, che per misurare ogni distanza non ha bisogno di virgole, è nascosta nella stessa Bibbia! e una formula matematica consente innumerevoli risultati con cui sbalordire gli ignari senza doverla rivelare.
      ma la matematica è la scienza più astratta di tutte e non può essere messa sotto chiave e così è stata più volte reinventata e tuttavia sempre ha generato altri sotterranei e guardiani.
      in Italia sono transitati Pitagora, Archimede, Fibonacci e tanti altri insigni matematici.
      e si arriva a marx, matematico anch’egli e figlio di rabbino che improvvisamente da fervente credente ordisce vendetta planetaria contro Dio e le religioni. il marx satanista è studiato, mancava il motivo scatenante, ora si è trovato in quell’equazione di stato. il padre di Lenin curò l’educazione del figlio e si laureò in matematica con un inventore della geometria non euclidea, di Trotsky si favoleggiava sull’intuito matematico mentre sstalin (due s per le ss al suo servizio) frequentò solo un osservatorio astronomico.
      la potentissima fisica di Einstein fu pubblicata e si aprì la corsa agli ordigni fine di mondo mentre quella matematica rimase segreta, poco dopo quella stessa fisica fu sopravanzata e la scienza italiana si ritrovò all’avanguardia e l’anno del picco delle grandi purghe sstaliniste e della visita trionfale di hitler in Italia, Fermi ripara in USA e Majorana scompare nel nulla però recentemente è risultato indistinguibile da Landau, che quello stesso anno è rinchiuso alla lubianka e che già nel 1932 pubblicò l’identica fisica di Majorana.
      sstalin usava quella matematica per propagandare supremazia intellettuale all’interno del suo ASSOLUTO ABOMINIO DI MACCHINA DELL’IGNORANZA, al suo interno stesso divisa in classi d’inganni e ignoranza e che costruiva nemici per catturare l’amicizia delle stesse vittime!! e giocava a skakki truccati col mondo dislocando semplici pedine sotto falsa bandiera al di là delle sue linee che poi avrebbe mandato a promozione col favore sotterraneo del suo apparato e di oppositori collusi, vedi kossiga.
      con la deterrenza lo sstalinismo ottiene che siano gli stessi nemici a occuparsi di controllare quella matematica a suo maleficio su cui era imposto veto planetario TOTALITARIO occulto.

      a metà anni ottanta c’è un passaggio di stadio e si arriva in Italia all’uscita in farsa e un simpaticone è confinato sul ponte di comando dopo minacce, inganni e lusinghe per estremizzare la parte politica invisa dopo aver diviso in due la scacchiera in missione da tele ducetto fantoccio e pifferaio che poi ha avuto un’incredibile deriva autoritaria addirittura di stampo nazistoide!! ma i metodi erano già stati registrati stalinisti e poi è bastata una semplice ricerca: cossiga stalin.
      gelli era fascista e ufficiale di collegamento coi nazisti e in contatto perfino con goering, quello che custodiva dossier su hitler stesso, però gelli era o divenne massone!! i nazisti mandavano ai lager i massoni.
      recentemente c’è stata in Italia la visita blasfema del nazistalinista gheddafi, per provocare scontri di religione, l’ossessione sstalinista causa la vendetta del marx segreto, tuttora suoi testi sono secretati a Mosca!!
      BUT
      si scoprono le leggi segrete della natura senza che ci sia stato mai nessun albero a parlare.

      Conoscenza è Liberazione
      universale
      CèL

  9. […] Bilderberg 2011: potere e corruzione Vota:Like this:Mi piaceBe the first to like this. Taggato con: daniel estulin, dennis small, desde la sombra, desde la sombra estulin, droga hsbc, estulin hsbc, george soros, hsbc eroina, hsbc narcotraffico, LaRouche, narcobanco hsbc, narcos hsbc, narcotraffico banche, narcotraffico hsbc, narcotrafico s.a., oppio, oppio hsbc, riciclaggio denaro droga, soros narcos, traffico droga Pubblicato in: REPORTAGE, SHOCK! News ← “l’è Maiala!”: a Firenze apre l’osteria dove puoi pagare senza soldi: col baratto Commenta per primo […]

  10. L’elenco degli italiani che hanno partecipato almeno una volta al gruppo Bilderberg | M5SG.ME: UNA SELEZIONE DA FACEBOOK, TWITTER E NON SOLO

    […] Bilderberg 2011: potere e corruzione […]

LEAVE A REPLY