Jet Pack per volare come 007

1
1769

Si chiama Martin JetPack, è un po’ più ingombrante del mitico gadget utilizzato da Sean Connery in 007 ma ci permetterà di volare come il famoso agente segreto nel film Thunderball.

Glenn Martin, della Martin Aircraft Company, è l’inventore di questo pratico zaino-jet, la cui commercializzazione è prevista a partire dalla fine di quest’anno.

L’oggetto del desiderio che ci libererebbe definitivamente dal traffico delle tangenziali ha superato già vari test e lo scorso 29 Maggio il Martin Jetpack ha battuto tutti i record, volando nel cieli di Canterbury Plains, nella città di Christchurch, in Nuova Zelanda ad un’altitudine di 1.500 metri.

È stato un successo – ha detto Glenn Martin – che ci fa fare un ulteriore passo verso il futuro. Questo record ha dimostrato che il lavoro della Martin Aircraft Company è arrivato alla fase finale dello sviluppo della tecnologia Jetpack. L’obiettivo è quello di commercializzare entrambe le versioni del Martin Jetpack, con e senza equipaggio, entro i prossimi 18 mesi. Il test è stata la prova di convalida del nostro progetto, un veicolo aereo utilizzabile sia in campo civile che militare, nell’ambito dei trasporti, della ricerca e delle emergenze di salvataggio: è in grado di raggiungere obiettivi che sarebbe impossibile raggiungere con altri mezzi”.

Il Martin Jetpack è costruito con fibra di carbonio composita, possiede un motore a benzina e due ventole producono la spinta sufficiente per farlo decollare, volare ed atterrare verticalmente.

Alcuni dati del velivolo:

  •  Velocità decollo: 4 m/s
  • Altitudine (raggiunta 21 Maggio 2011): 1.500 metri
  • Velocità (raggiunta 21 Maggio 2011): 100 Km/h
  • Peso (incluso equipaggiamento di sicurezza): 243 Kg
  • Altezza: 1,5 metri
  • Larghezza: 1,6 metri
  • Capacità serbatoio carburante: 19 litri

(per ulteriori caratteristiche tecniche cliccate qua: Martin Jetpack technical information, ndr).

“Tutte le tecnologie testate hanno risposto eccellentemente ed i nostri tecnici sono già al lavoro per migliorare ulteriormente le prestazioni del velivolo – ha dichiarato Richard Lauder, amministratore delegato della Martin Aircraft – quest’ultimo successo, il volare fino a raggiungere 1.500 metri d’altitudine, è il risultato di due anni di ricerca. Attualmente stiamo lavorando per il miglioramento della tecnologia del Jetpack, in ambito di sicurezza e performance del motore, con l’obiettivo di renderlo un velivolo capace di volare per diverse ore, ad un’elevata velocità ed assicurando una perfetta stabilità in volo”. 

Oltre ad essere rientrato nella Top 50 mondiale delle invenzioni nel 2010, il Martin Jetpack ha riscosso particolare successo negli Stati Uniti, dove enti governamentali, militari e della sicurezza nazionale hanno già riservato il loro prototipo.

Glenn Miller assicura: “il Martin Jetpack sarà sicuro e facile da pilotare, per diventare un pilota saranno necessarie solo venti ore circa, tra lezioni teoriche e pratica di volo. Il tutto costerà solo poche migliaia di dollari, molto meno di quello che si spende, in tempo e denaro, per poter pilotare un elicottero”.

 Matteo Vitiello

1 COMMENT

LEAVE A REPLY